2 novembre. Ognuno ha i suoi morti da ricordare. Alcuni però, grazie alla loro arte, sono nel ricordo di tutti. I poeti e gli scrittori, per esempio.
È di loro che racconta Cees Nooteboom, poeta olandese, che ha raccolto in questo libro trent’anni di viaggi durante i quali ha visitato le tombe degli scrittori, filosofi e poeti che lo hanno accompagnato per tutta la vita.
“Perché si va sulla tomba di una persona che non si è mai conosciuta?